Nuova Opel Insignia GSi Grand Sport, uno sguardo al futuro

su
Gnius
immagine al post Nuova Opel Insignia GSi Grand Sport, uno sguardo al futuro

Ispirata dalle linee armoniose della Opel Monza, il prototipo futuristico presentato oramai al Salone di Francoforte del 2013, la nuova Opel Insignia GSi Grand Sport si posiziona come ammiraglia sportiva della Opel.
Rispetto alla generazione precedente la nuova Opel Insignia GSi Grand Sport ha il passo allungato di 92 mm, sbalzi sensibilmente ridotti per fare spazio alle carreggiate aumentate di 11 mm.
La sigla della Opel per le vetture sportive una volta era OPC.
Con il tempo è stata preferita la sigla GSi, sigla nata con la Corsa GSi del 1994, e che oggi ritroviamo sulla nuova Insignia GSi Grand Sport.

Nuova Opel Insignia GSi Grand Sport

Il risultato è una berlina slanciata con il chiaro stile da coupé sportiva, ma con la comodità delle berlina quattro porte.
Il nuovo frontale è caratterizzato dalla nuova griglia e i nuovi fanali IntelliLux LED, sostenuti dalle grandi prese d’aria dei freni Brembo.
Il design dei fanali si allunga verso le fiancate dando ancora più dinamica alle fiancate che si collegano al posteriore muscolare e filante.
Le linee trasformano l’ammiraglia Opel in una sportiva dalla silhouette elegante e atletica.

Le novità sulla nuova Opel Insignia GSi

Novità anche sul peso.
La nuova Insignia GSi pesa 175 chilogrammi in meno rispetto al modello precedente.
Per evidenziare la sportività dell’Insignia GSi Grand Sport è stata impreziosita da dettagli come le cromature anteriori, i paraurti ridisegnati con le già citate prese d’aria maggiorate, il posteriore nuovo con gli scarichi cromati, lo spoiler sul portellone posteriore ma soprattutto i grandi cerchi in lega da 20 pollici, dai quali si più vedere il nuovo potente impianto frenante Brembo a quattro pistoni.

Motori ancora più potenti

Per l’ammiraglia di casa Opel hanno puntato tutto sul turbodiesel e oltre al 170 CV, motore già presente nelle gamme Opel, c’è un nuovo 2 litri.
Ma per la Insignia GSi non era adeguato alle aspettative.
Difatti sulla nuova ammiraglia sportiva Opel è stato creato il potente 2 litri euro 6d-Temp da 210 CV e 480 Nm di coppia.
Per sfruttare al massimo questa potenza è stato accoppiato un cambio automatico ad 8 rapporti e la trazione integrale.
Con questa configurazione la Insignia GSi va da 0 a 100 in 7,9 secondi.
Un bello scatto per una ammiraglia.
Per raggiungere queste prestazioni la Opel utilizza due turbocompressori con una configurazione innovativa.
Il primo turbo comprime direttamente dentro il secondo turbo per aumentare il tiro dei cavalli a tutti i regimi.
La gestione di questa potenza è garantita dai tanti settaggi che coinvolgono motore e cambio.
Invece i puristi possono staccare l’elettronica e gestire l’auto solo con piede e volante.

Nella gamma della Insignia GSi c’è anche il benzina da 260 CV, ma purtroppo l’Italia non è tra le nazioni fortunate ad avere questa motorizzazione.

Nuovo anche l’assetto

La Insignia GSi ha ora l’assetto intelligente FlexRide.
Un sistema di controllo elettronico in grado di adattare l’aderenza in tempo reale con le condizioni del terreno.
Da vera sportiva lo sterzo della nuova Opel Insignia GSi Grand Sport è diretto e l’impianto frenante anteriore con pinze Brembo a 4 pistoncini e dischi da 345 mm fermano l’auto in pochissimi metri.
Anche il sistema di trazione è intelligente.
L’Insignia parte con la trazione anteriore e trasferisce la coppia motrice tra i due assi a seconda del terreno, dell’aderenza e delle condizioni stradali.
Questa nuova gestione è una novità assoluta per la Opel e raramente si è vista su altre auto della stessa categoria.
Il posteriore non ha un differenziale autobloccante, ma, assoluta novità, usa due blocchi frizione che gestiscono la trazione delle due ruote posteriori in modo indipendente.

Gli interni della Insignia GSi

Una vettura sportiva ma anche una berlina da 4.910 mm di lunghezza.
La Opel ha sempre avuto un occhio di riguardo per gli interni, tanto che su questa nuova Insignia ci sono optional da grande lusso come il porta abiti.
Inoltre non possiamo parlare di comodità se non parliamo di ampi spazi interni.
Infatti li portellone posteriore apribile aumenta il vano di carico dai 490 ai 1.450 litri.
Per chi ha bisogno di ancora più spazio c’è la Insignia Sport Tourer, una station wagon lunga 4.998 mm, che vanta un bagagliaio di 560 litri, che diventa 1.665 litri abbattendo i sedili.

Prezzo della Insignia GSi

Il prezzo della Insignia GSi è adeguato alle caratteristiche dell’auto.
Si parla di un prezzo d’ingresso di
44.400 euro, che possono arrivare a 55.000 euro se si considerano tutti gli optional disponibili.
Tra questi purtroppo ci sono i fanali LED Matrix, che personalmente avrei messo di serie.

Tra gli optional che spiccano sulla nuova Opel Insignia GSi c’è il bellissimo Head Up Display, il sistema audio della Bose.

Per la sicurezza invece la Insignia GSi ha già tutto quello che serve.
L’unico optional, giustamente, è il winter pack, che giustamente non può essere messo di serie, perché non tutti vivono in posti dove l’inverno è particolarmente rigido.

Una particolare attenzione è per gli interni in pelle, che tra gli optional è quello più costoso, ma che sono creati per rimanere freschi anche d’estate.
Questa è una scelta basata prima di tutto sull’eleganza del guidatore, che così non si trova ad avere un sedile amico del caldo e del sudore, come invece sono tanti sedili in pelle.

Per il resto non ci sono tanti optional da scegliere, ma non per una carenza di accessori.
La nuova Opel Insignia GSi Grand Sport infatti vanta una ricchezza di accessori già nella versione base.
Difatti il prezzo di ingresso di 44.400 euro è dovuto anche alla grande quantità di accessori presenti già nella configurazione base della vettura.

Una strana scelta che mi ha fatto venire qualche dubbio è il carica batteria dello smartphone wireless offerto come optional.
Forse sarebbe stato meglio metterlo nel pacchetto base ed evitare di vedere il costo di 150 euro per un accessorio che effettivamente è oramai sempre più necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi