Immatricolazione Autocarro – Limitazioni e Sanzioni

su
Gnius
immagine al post Immatricolazione Autocarro – Limitazioni e Sanzioni

immatricolazione-autocarro-limitazioni-sanzioniSono molti i furbetti che cercano di approfittare delle agevolazioni fiscali delle auto che possono essere convertite come autocarro, che alla fine le utilizzano come semplice veicolo di locomozione e non di lavoro per il carico e scarico di merci.
Ora vedremo che cosa si può rischiare nel circolare con un’autocarro che viene utilizzato come semplice veicolo per i nostri spostamenti.

Prima di capire quali possano essere le eventuali limitazioni e sanzioni in caso di immatricolazione di un veicolo come autocarro, è necessario fare una piccola premessa riguardante la definizione vera e propria di autocarro.

Secondo la regolamentazione prevista dal codice della strada per autocarro si intende un veicolo adibito ad una determinata attività lavorativa ed utilizzabile esclusivamente per il trasporto di cose.

Il numero di persone che possono viaggiare a bordo di un autocarro è indicato in maniera chiara e semplice all’interno della carta di circolazione.

Anche nel caso in cui si rispetti tale limite previsto, gli occupanti del veicolo non possono essere bambini o invalidi, né tanto meno legati al proprietario dell’autocarro da un puro e semplice rapporto di parentela o amicizia.

Deve trattarsi, infatti, sempre e comunque di collaboratori addetti al carico o allo scarico delle merci trasportare nel vano del veicolo.

Le sanzioni previste dal Codice della strada

L’immatricolazione di un veicolo in qualità di autocarro prevede una vasta serie di vantaggi dal punto di vista fiscale.

Per poter usufruire di questi privilegi però, devi accertarti di essere in regola e rispettare le semplici limitazioni previste per la circolazione su strada degli autocarri.

In caso contrario, potresti andare incontro a multe salate e sanzioni di un certo peso, perché andresti a violare l’articolo 82 del Codice della Strada, che elenca nello specifico tutti gli accorgimenti da rispettare nell’utilizzo di autocarri nel corso dello svolgimento della propria attività lavorativa.

immatricolazione-autocarro-limitazioni-sanzioni-2L’ammontare della multa prevista in questi casi può variare dai 71 ai 1.433 euro, a discrezione dell’organo di polizia che ha verificato di persona l’inadempienza da parte tua delle limitazioni previste dal codice stradale.

Nei casi più gravi la legge prevede un‘ulteriore pena accessoria che consiste nel ritiro della carta di circolazione per un periodo che va da 1 a 6 mesi.

La durata di tale periodo viene ulteriormente allungata se ci si trova di fronte ad una recidiva. In quest’ultimo caso, infatti, potresti andare incontro ad un ritiro della carta di circolazione da 6 mesi ad un anno.

In conclusione, le agevolazioni che si hanno a livello fiscale ed assicurativo rendono questi veicoli molto appetibili, soprattutto in tempi in cui il già basso potere d’acquisto degli italiani è aggravato da grosse spese come quelle assicurative o del bollo auto.

Tuttavia bisogna anche sapere le conseguenze a cui si va incontro in questi casi, come quelle descritte precedentemente.

Leggi Anche