Immatricolazione autocarro per privati

su
Gnius
immagine al post Immatricolazione autocarro per privati

dodge_ram_pickupCi stiamo per addentrare in una questione che dura da diversi anni, mentre per l’immatricolazione di un autocarro per aziende e liberi professionisti non è un problema, da più di dieci anni si parla di una faccenda che sta dividendo un certo tipo di automobilisti, ossia la possibilità di possedere o immatricolare un autocarro per i privati.

Cercando di essere il più breve e chiaro possibile vediamo in cosa consiste la questione.

Cosa dice la legge sugli autocarri per i privati

La legge sembra essere molto chiara a riguardo, ma il percorso per capire a fondo la questione è un po’ lungo.
Partendo dalla legge del 388/2000, dalla legge finanziaria 244/2007, e il decreto di legge 223/2006 l’uso di un veicolo immatricolato come autocarro deve essere espressamente per il trasporto delle cose e delle persone addette ad operare (anche solo lo scarico) delle cose stesse.
Quindi solo per il lavoro, trasporto merci, strumenti di lavoro, eccetera, eccetera.

Un privato, secondo le leggi indicate, non potrà mai utilizzare un mezzo immatricolato come autocarro per l’utilizzo quotidiano, perché non ha merci o strumenti di lavoro da trasportare.

Sanzioni e multe

Le sanzioni fatte più spesso non vengono fatte dai vigili urbani, ma dalla Guardia di Finanza, che soprattutto dopo il decreto legge 223/2006 ha l’obbligo di verificare l’uso del mezzo nel momento della fermata.

In pratica se state andando in vacanza con la famiglia e usate un veicolo immatricolato come autocarro e dietro trasportare i bagagli, se vi fermano è facile che vi venga fatta la contravvenzione, perché i bagagli non sono cose che riguardano il lavoro e la famiglia non sono persone addette ad operare con quelle cose.

Non è una contravvenzione su l’immatricolazione, ma sull’uso che state facendo in quel momento del mezzo.

Quindi possedere un pickup è reato?

Non è reato possedere un pickup, o un doblò, basta che è classificato come M1, ossia come un mezzo privato per il trasporto di persone e non come N1, un mezzo per il trasporto delle cose sotto le 3,5t carico compreso.

Il problema è per chi pratica sport che utilizzano accessori e strumenti ingombranti, penso ad esempio a chi fa windsurf e troverebbe di grande comodità poter possedere un furgone, dove poter stivare le tavole e le vele.

Il problema potrebbe risolversi se fosse possibile immatricolare un furgone come autovettura, ma al momento è poco chiaro se è possibile o meno.

Immatricolare un auto in autocarro per un privato

Qui c’è la vera confusione, su cui il governo dovrebbe mettere mano, perché è possibile per un privato immatricolare un mezzo come autocarro.

E’ anche possibile trasformare, seguendo le norme del Dipartimento dei Trasporti Terrestri, un veicolo classificato M1, ossia per il trasporto di persone, in N1, ossia un veicolo per il trasporto di cose e relativo personale, ma come uscite dagli uffici del Dipartimento dei Trasporti potreste incorrere nella multa descritta poco sopra.

Leggi Anche