Tutto quello che ti serve sapere sulle pit bike, la moda del momento

su
Gnius
immagine al post Tutto quello che ti serve sapere sulle pit bike, la moda del momento

Negli ultimi anni il mondo delle competizioni a due ruote ha assistito alla crescita delle pit bike.
Iniziato come gioco, in breve tempo avere una pit bike è la moda del momento.
Se non le hai mai sentite nominare, devi subito aggiornarti per non correre il rischio di apparire datato: stiamo parlando di una versione giovanile, e senza dubbio innovativa, delle moto da cross tradizionali. Il loro periodo di celebrità è cominciato negli anni Novanta negli Stati Uniti, con gli appassionati a stelle e strisce che hanno iniziato a notare le pit bike in film e telefilm che le promuovevano e invitavano a utilizzarle.

pit bike la moda del momento

Foto di Petr Brhel

Tra acrobazie spettacolari e salti mortali, i modelli si sono fatti conoscere e desiderare agevolando il boom del mercato. Un mercato che, in ogni caso, si è mantenuto su cifre più che accettabili, visto che i modelli più costosi oggi non richiedono più di qualche migliaio di euro – o di dollari, a seconda dei casi – di investimento.
Uno dei motici che ha fatto la pit bike la moda del momento.

Travolti dall’Honda

È stata la Honda la prima casa produttrice del settore a credere nelle pit bike e a trarre vantaggio dal loro successo. Il brand giapponese ha preso spunto da un modello di moto da cross, che è stato utilizzato come riferimento: dopo che il telaio è stato reso più sottile, lo si è accessoriato in modo da consentirgli di garantire prestazioni al top e movimenti straordinaria. Sulla scia di Honda si è messa Kawasaki, che tuttavia ha atteso fino al 2002 per riproporre e migliorare l’esperimento pit bike.

Il settore delle pit bike oggi

E oggi? In California esiste addirittura un campionato specifico che è dedicato proprio alle pit bike, ed è anche per questa ragione che gli Stati Uniti possono essere considerati la patria di tale sport, almeno da un punto di vista professionistico. Nelle altre circostanze, infatti, le pit bike vengono impiegate per mostre, esposizioni ed esibizioni che si rivolgono agli appassionati.

Come comprare, guidare e modificare una pit bike

Proprio come qualsiasi altra moto da corsa, anche le pit bike possono essere modificate e personalizzate a seconda degli obiettivi che ci si propone di raggiungere. Le frizioni, gli pneumatici, gli acceleratori e i manubri sono solo alcuni dei tanti accessori che possono essere sostituiti, ma lo stesso si può dire anche per i freni, per i cambi, per i motori, per i telai e per i sellini. A livello estetico, poi, si può pensare di mettere in pratica personalizzazioni ad hoc, per esempio applicando dei motivi particolari sulle componenti esterne o ricorrendo a texture cromatiche diverse da quelle originali.

Dove trovare gli accessori e i ricambi

Se si è alla ricerca di ricambi e accessori per le pit bike si può consultare il sito https://pitbikestore.it/, un e-commerce che mette a disposizione un ricco e variegato catalogo che comprende, tra l’altro, plastiche e gomme sia da cross che da motard. Questo store online è gestito da Profive, azienda specializzata nel pit bike motard e nel pit bike cross: la sua lunga esperienza le ha permesso di lavorare nel corso degli anni a diretto contatto con marchi leader del settore. Tra i brand di prodotti after-market presenti in assortimento per i clienti si ricordano Daytona, TB Parts, Formula, Mupo e Matris.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi