Nuova Alfa Romeo Stelvio: il restyling più atteso

Nuova Alfa Romeo Stelvio: il restyling più atteso

12 Dicembre 2022 0 Di gnius

Anche per la nuova è giunto il momento del restyling: dopo una lunga attesa finalmente il marchio italiano ha presentato il nuovo modello di questo che potremo vedere nelle a partire da febbraio 2023. In controtendenza rispetto all’andamento del mercato, che sta puntando sempre più verso motorizzazioni ibride in vista dello “stop” all’endotermico previsto per il 2035, ha deciso di rimanere sul classico, con nuovi modelli della Stelvio esclusivamente a benzina o . Del resto il 2035 non è dietro l’angolo e la voglia di “rombare” con i 280 CV del turbo benzina non manca, avremo tempo in futuro per viaggiare silenziosamente.

Va detto che il restyling della Alfa Romeo Stelvio è abbastanza leggero, niente stravolgimenti, solo “pennellate” di design e di bellezza come il ritocco dei fanali anteriori e posteriori. Al suo interno la Stelvio ci mostra dei bei cambiamenti: la strumentazione digitale diventa di serie, con tre diverse modalità di visualizzazione e uno schermo da 12 pollici con tutte le regolazioni del caso, per poter tenere l’ sempre sotto controllo. Come detto le motorizzazioni non sono cambiate, si va dal 2.2 da 160 CV a trazione posteriore passando per il 2.2 da 210 CV con trazione integrale Q4 e il 2.0 turbobenzina da 280 CV a trazione posteriore, per chi ama la velocità.

Alfa Romeo Stelvio al passo con la sicurezza

Al giorno d’oggi la guida è ormai diventata un comfort totale e l’Alfa Romeo Stelvio non si differenza dalle altre . Un ulteriore passo verso la sicurezza è dato dalla possibilità di avere dei fasci di luce più profondi che possano permettere di vedere in maniera nitida anche di notte. La Stelvio monta di serie l’Adaptive Front Lighting System – che regola il fascio di luce in base alla velocità – e il Glare-Free High Beam Segmented Technology, che permette di mantenere gli abbaglianti anche in caso di traffico proveniente dal senso opposto. Non è stato ancora annunciato il “partner” per quanto riguarda i pneumatici, ma anche qui possiamo immaginare solamente i marchi migliori per una casa automobilistica così importante.

L’Alfa Romeo Stelvio è un’automobile adatta a viaggiare con una scelta di pneumatici quattro stagioni di alta qualità, in modo da poter tenere sempre gli stessi tutto l’anno senza incorrere in divieti o multe. Anche dal punto di vista economico un pneumatico quattro stagioni è ideale, perché vi consentirà di risparmiare due cambi l’anno evitando anche la perdita di tempo dell’attesa, dell’eventuale cambio per recarvi all’officina e dello stoccaggio delle quattro gomme non usate. I pneumatici quattro stagioni sono ormai diffusissimi tra gli italiani perché offrono alte prestazioni e un maggior comfort dato anche dalla minore rumorosità rispetto a quelli invernali, ma va ricordato che hanno una temperatura ideale per il loro funzionamento che va dai -10 ai +10 gradi circa, a seconda della sua qualità. Quando le temperature cominciano ad alzarsi, specialmente in piena estate, i pneumatici quattro stagioni hanno uno spazio di frenata leggermente più lungo, pertanto mantenere una distanza di sicurezza più elevata è un consiglio prezioso per chi vuole sfruttare appieno i benefici di questo tipo di gomma.

Restyling anche nell’elettronica

Le cose più interessanti riguardano la componentistica elettronica, che aiuta a viaggiare più sicuri e strizza l’occhio ai successi del passato.

La griglia anteriore e le prese d’aria sono state modificate, e il trilobo Alfa ora è circondato dai fari “3+3” Full-LED Adaptive Matrix, come sulla Tonale.
I tre moduli sono un chiaro richiamo alle sportive RZ e SZ di Zagato e le 159 e Brera, le auto più riuscite nel design negli ultimi 40 anni della storia della Alfa Romeo.

Con i Full-LED Adaptive Matrix arriva anche la regolazione continua dei fari anabbaglianti.
I fari anabbaglianti ora si regolano automaticamente in base alla velocità, le condizioni di guida, il rilevamento in scarse condizioni di luminosità, il traffico sia frontale che nel senso opposto.

Seguendo le scelte sulla Tonale la Stelvio ora monta il nuovo quadro strumenti a cannocchiale.
Lo schermo TFT da 12,3” è personalizzabile in tre modalità:

  • Evolved, con area centrale dello schermo e due quadranti laterali. 
  • Relax, senza i quadranti laterali e dedicato a comfort e intrattenimento.
  • Heritage, ripropone lo storico cruscotto delle Alfa degli anni Sessanta e Settanta, con i numeri invertiti sull’estremità finale del tachimetro. Per leggerli meglio quando si cambia passo
Condividi subito

Dello stesso argomento: