Automotive, quali saranno i trend dei prossimi mesi?

Automotive, quali saranno i trend dei prossimi mesi?

22 Aprile 2024 0 Di gnius

Veicoli sempre più connessi e tecnologici: sarà questo uno dei trend più importanti del settore automotive dei prossimi mesi. La produzione di veicoli nuovi, non solo con alimentazione elettrica ma anche a benzina, un livello di attenzione crescente a tutti gli aspetti che hanno a che fare con la connettività. I nuovi modelli, in particolare, vantano una dotazione sempre più ricercata: la dimostrazione arriva da software di connessione che vanno via via perfezionandosi sempre di più, ma anche da sistemi di assistenza alla guida e di sicurezza performanti e da servizi di navigazione all'avanguardia. Insomma, non è esagerato affermare che le macchine del futuro saranno una specie di computer su ruote.

Le nuove soluzioni

Se è vero che il comparto automotive nel corso degli anni più recenti ha sofferto e non poco, è altrettanto vero che può essere rilanciato da alcune soluzioni innovative: per esempio gli incentivi per le vetture elettriche, ma anche il . Non a caso si moltiplicano le offerte di noleggio auto usate che si possono trovare sul mercato. Per quel che riguarda le , poi, da qui alla fine dell'anno è previsto un incremento delle vendite. Già il 2023 si è rivelato un anno decisivo per il settore, visto che nel nostro Paese c'è stato un incremento delle vendite di quasi l'8%. Ebbene, anche per i mesi a venire le previsioni sembrano essere positive, anche grazie a molteplici variabili: la crisi dei microchip, in particolare, ha reso i tempi di produzione più lunghi e ciò ha comportato ritardi importanti nelle consegne dei modelli nuovi. In questo scenario si inserisce l'incremento del comparto noleggio, dovuto anche alla crescita senza soluzione di continuità dei prezzi dei modelli nuovi, alla luce della quale i consumatori hanno preferito puntare su una proposta meno costosa.

Il noleggio a lungo termine

Ecco spiegato il motivo per il quale il 2024 è stato l'anno della conferma della crescita del long term rent, non solo per ciò che concerne le aziende, ma anche per i privati. Un numero sempre più elevato di persone, in effetti, si sta interessando a tale servizio, beneficiando fra l'altro delle offerte di noleggio senza anticipo grazie a cui è possibile usufruire di un modello nuovo e di ultima generazione, senza che si sia costretti a far fronte a un investimento iniziale consistente, a prescindere dal fatto che si tratti di una vettura con alimentazione tradizionale o elettrica. Da qualche anno a questa parte il costo delle macchine nuove è aumentato in modo significativo ed è per questo che il sta dando al comparto automotive una spinta importante, che si immagina possa proseguire negli anni a venire.

Il ruolo della sostenibilità

Un ruolo di primo piano, nei trend attuali e in quelli futuri, è quello rivestito dalla sostenibilità. Sia i veicoli ibridi che quelli elettrici da tempo sono sul mercato, ma è solo da pochi anni che si è dimostrata rilevante la crescita senza sosta delle vendite. Le ragioni alla base di tale fenomeno sono diverse: per quanto il prezzo medio rimanga abbastanza alto, nel corso degli anni la spesa da affrontare per l'acquisto è calata, anche alla luce della crescita della richiesta. Inoltre, un po' come avviene in ogni altro settore, i consumatori finali dimostrano una crescente attenzione nei confronti di temi come l'efficienza energetica e la sostenibilità ambientale. Non ci si può dimenticare, infine, degli incentivi all'acquisto di vetture ibride ed elettriche, che hanno lo scopo di promuovere la transizione verso una mobilità sostenibile.

La crescita del mercato europeo

Senza alcun dubbio, il settore dell'automotive ha delle caratteristiche particolari di cui è bene essere consapevoli, a cominciare dal suo essere altalenante, con fasi di crescita che seguono fasi molto meno esaltanti. Eppure si tratta di un settore di fondamentale importanza per il settore economico del nostro Paese: appare chiaro il motivo per il quale molti governi nazionali provino a spingere il comparto per mezzo di varie tipologie di incentivi. Dal punto di vista delle nuove immatricolazioni, tuttavia, non si registrano pareri unanimi fra gli esperti, tra chi si lascia andare a previsioni ottimistiche e chi, invece, non crede in una crescita. Meno dubbi si rilevano a proposito del , che ormai da anni è protagonista di un trend positivo.

Condividi subito