Pneumatici ricostruiti. Come sono fatti

su
Gnius
immagine al post Pneumatici ricostruiti. Come sono fatti

Ma come è fatto uno pneumatico ricostruito?
Ho trovato su YouTube un video che mostra gli pneumatici ricostruiti come sono fatti e come vengono scelti i migliori,
il video mostra gli pneumatici ricostruiti per i camion e i tir, ma poco cambia per gli altri tipi di pneumatici,
dato che anche gli pneumatici ricostruiti per le automobili sono fatti allo stesso modo.

Dal video si capisce molto bene come è il procedimento per ricostruire gli pneumatici.
Viene eliminata tutta la gomma consumata portando la carcassa alla sua forma base,
mantenendo tutte le tessiture di fili d’acciaio intatte.
Su queste tessiture viene poi ricostruita la gomma che grazie al calore viene poi fusa in un corpo unico,
sia del battistrada che del fianco dello pneumatico.

Come sono fatti gli Pneumatici ricostruiti

La procedura per ricostruire uno pneumatico alla fine è abbastanza semplice.
Viene grattato via tutto il battistrada fino a pochi millimetri dalla carcassa di tela,
anche il fianco viene ripulito dalla gomma vecchia, tramite strumenti abrasivi.

Della nuova gomma viene incollata sia sul battistrada, e in questa fase si una una gomma molto spessa,
sia sul fianco, dove invece viene usata una gomma più sottile e viene punzonata,
così da far uscire l’aria che potrebbe farla scollale dallo pneumatico.

Lo pneumatico ricostruito viene poi immesso nella macchina di stampaggio,
che si occupa di riscaldare e formare la gomma creando il battistrada dello pneumatico,
aggiungendo il marchio, le misure e i marchi per l’omologazione e le informazioni di legge,
tutti elementi che devono seguire gli standard di legge sugli pneumatici ricostruiti,
e rendendo la nuova gomma un tutt’uno con quella già esistente.

Dal video si capisce perfettamente gli pneumatici ricostruiti come sono fatti e perché si chiamano ricostruiti,
l’unica cosa che rimane della gomma originaria è la telatura in acciaio sotto al battistrada,
la telatura del fianco della gomma del camion, e l’anello d’aggancio al cerchione.
Tutto il resto viene letteralmente ricostruito da zero come fosse uno pneumatico nuovo.

Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *