Vetro auto scheggiato. Cosa Fare

su
Gnius
immagine al post Vetro auto scheggiato. Cosa Fare

vetro-scheggiato-1

Avete fatto un viaggio, o avete percorso una strada dissestata ed un sassolino vi ha scheggiato il parabrezza?

Niente paura e seguite questi consigli, in poco tempo tornerete a casa tranquilli e il giorno dopo avrete un vetro come nuovo.

Come è fatto il vetro delle automobili

Tutti i vetri delle auto sono fatti da minimo 3 strati, una specie di sandwich di vetro, dove la parte centrale è una speciale resina plastica che serve a rendere sicuro da tagli le due lastre di vetro esterne a cui è incollato.

Ecco perché il vetro delle auto può scheggiarsi senza rompersi, la crinatura viene bloccata proprio dalla materia plastica, ed è proprio questo che permette di ripararlo.

Come funziona la riparazione di un vetro delle auto

La riparazione di un vetro consiste nell’immettere a forte pressione una resina plastica trasparente nelle fessure della scheggiatura.

La resina penetra nelle fessurazioni grazie alla pressione e una volta solidificata crea un piccolo ma fortissimo legame nelle spaccature, bloccando così la crescita della fessura e facendo ritornare il cristallo come nuovo.

La riparazione però ha dei limiti, la scheggiatura o la crepa deve essere più piccola di una moneta da 2€ e non può stare vicino ai bordi del vetro.

Il vetro è sottoposto a molte sollecitazioni, le automobili “si piegano” quando sono in movimento, anche se per noi che ci stiamo dentro sono movimenti impercettibili, specialmente quando camminano a velocità sostenuta.

In più ci sono molti stress termici, immaginate l’escursione termica con l’aria condizionata a 20° quando fuori ci sono 35° e che aumenta di molto se la macchina è sotto al sole.

Cosa fare quando accade la scheggiatura

Se la scheggiatura non è “a stella”, ovvero non ha crepe che possono camminare ed allargarsi, come ad esempio quella nella foto, allora non c’è pericolo che si rompa tutto il vetro, e si può portare a riparare il vetro con calma.

Quando c’è la famosa scheggiatura a stella, con le crepe che si allargano dal punto d’impatto verso l’esterno allora è meglio prendere qualche provvedimento, specialmente se si è in viaggio.

Se avete a portata di mano dello smalto per unghie, chiedete a vostra moglie se ne ha uno i borsa, mettetelo nella scheggiatura, aiuterà a non farla aumentare. Ricordatevi di toglierlo prima di riparare il danno però!

Se non avete lo smalto ma avete dello scotch allora mettetelo per il senso della lunghezza e premete, senza fare troppa forza, con l’unghia per farlo aderire bene.

Non usate l’aria condizionata alla temperatura più bassa se fuori è caldo perché la differenza di temperatura fa camminare le crepe.

Per pulire il vetro non usate l’acqua con il tergicristallo se la crepa è nel suo raggio, l’acqua si infiltra e fa aumentare la crepa, se proprio dovete pulirlo prima alzate il tergicristallo che finisce sulla crepa.

Con questi piccoli e semplici accorgimenti potete arrivare alle società che riparano i cristalli con una scheggiatura ancora abbastanza piccola per essere riparata.

Leggi Anche