Presentata la nuova Volkswagen Golf

su
Gnius
immagine al post Presentata la nuova Volkswagen Golf

Oggi è un giorno che a modo suo rimarrà nella storia.
Volkswagen presenta la nuova Golf, l’ottava generazione della Golf, l’auto rimasta in produzione più a lungo di tutti i tempi, che ha decretato di fatto il successo della Volkswagen dal 1974 a oggi.
Scopriamo insieme la nuova Volkswagen Golf, e tutto fa credere che si tratti di una nuova meraviglia su quattro ruote.

nuova Volkswagen GolfL’anteprima mondiale sarà li dove tutto ha avuto inizio 45 anni fa.
La Golf sarà presentata nell’Autostadt di Wolfsburg, la città dell’automobile, dove c’era lo stabilimento in cui è stata creata la prima Golf, oggi polo museale automobilistico con centinaia di migliaia di visitatori ogni anno.
La nuova Golf sarà immessa sul mercato il prossimo dicembre.

La nuova Volkswagen Golf

L’ottava generazione della nuova Volkswagen Golf è pronta al lancio sul mercato.
Ora è digitalizzata, connessa, predittiva, dal comando intuitivo ed elettrica in un modo del tutto nuovo.
Mai nessuna Golf è mai stata così tecnologicamente innovativa.
Con la nuova Golf la Volkswagen porta le elettriche nella classe delle compatte, portando su strada ben cinque propulsioni ibride.
E le novità non finiscono qua.

Iperconnessa

É il primo modello Volkswagen a utilizzare l’intelligenza collettiva dei dati sul traffico tramite Car2X, avvertendo in anticipo sui possibili pericoli.
Tutta la strumentazione digitale permette un nuovo modo di comandare l’auto in modo intuitivo, senza parlare del sistema di guida assistita che rimane attivo fino a 210 km/h.

Modulare

La nuova Golf è costruita intorno al più recente pianale modulare trasversale MQB, che porterà così ogni innovazione presente sulla Golf anche ai modelli che condividono il pianale, come la Volkswagen Passat, la Volkswagen Tiguan e la T-Roc.
Quindi non dovremo aspettare molto per vedere le innovazioni della Golf 8 sugli altri modelli della casa di Wolfsburg.
Di fatto la Golf 8 diventa il punto di partenza per tutti i nuovi veicoli Volkswagen sviluppati sul sistema MQB del prossimo decennio.

Il nuovo design della Golf 8

É più filante, indubbiamente. Il coefficiente aerodinamico della nuova Golf è di soli 0,275.
La nuova Golf mostra una nuova silhouette. Da sempre la Golf si riconosce dal montante posteriore ed anche l’ottava generazione non fa eccezione, è l’elemento di design che è rimasto costante dal 1974 a oggi.
La nuova generazione di Golf però ha tantissime novità.
Il frontale è più sottile, con fanali più stretti e il fascione che ora ha linee che sembrano mini spoiler anteriori che sfumano (letteralmente) ai lati.  Queste scelte rendendo la nuova Volkswagen Golf più aggressiva ma anche più elegante.

Molto bella la linea che parte dai fanali e incornicia la parte inferiore dei vetri, andando a creare un effetto slanciato che arriva fino alla coda, che a differenza della moda attuale che vuole linee dritte e spigolose, si chiude in maniera morbida sul posteriore.

I fanali

Ora tutti i fanali sono a LED, permettendo così di avere il nuovo design dei fanali più stretti, con le luci diurne che si legano alla linea del cofano come fosse una linea sola.
I fanali posteriori sono invece una evoluzione del design dei fanali della precedente generazione, diventando così l’elemento di continuità tra la settima e l’ottava generazione di Volkswagen Golf.

Le dimensioni della nuova Golf

La nuova Golf sembra più bassa e più lunga, ma è un effetto ottico dovuto dalle nuove linee del design.
È lunga 4.284mm, larga 1.789mm e alta 1.456mm, esattamente come la settima generazione.
Cambia il passo che ora è di 2.636mm.
Il design è stato modellato e disegnato in galleria del vento, e questo ha portato l’abbassamento del frontale, ora molto più a punta, che ha portato ad avere, come abbiamo detto prima, ad un coefficiente aerodinamico di soli 0,275 cw.
Questo nuovo modo di disegnare le auto ha permesso alla golf di avere solo 2,21 m² di superficie frontale esposta.

Rivoluzione digitale degli interni

Fino ad oggi abbiamo visto le auto con una netta separazione tra i gli strumenti digitali e i sistemi di Infotainment.
La nuova Golf rivoluziona questo modo di vedere gli interni.
Gli strumenti digitali e il nuovo sistema di Infotainment si fondono in un unico corpo creando un vero e proprio cruscotto digitale.
I comandi interni all’auto sono ora ben identificabili con pulsanti e cursori touch.
Tra gli optional più interessanti, che si lega ai sistemi digitali, è il Windshield Head Up Display, che mostra indicazioni e aiuti alla guida senza distrarre il guidatore dalla strada.

nuova Volkswagen Golf cruscotto

La Volkswagen Golf alza di un gradino il livello di connessione tra uomo e automobili.
Il sistema della Golf non è chiuso all’interno della macchina, ma è collegato anche all’esterno tramite il sistema Online Connectivity Unit, che usa una SIM telefonica per creare una rete informatica tra le automobili vicine.
Tramite i servizi online We Connect e We Connect Plus il navigatore diventa interattivo, sempre aggiornato nelle mappe e nei POI, che si arricchiscono di informazioni utili da utilizzare con gli altri device, come lo smartphone, rendendo disponibile il numero di telefono di un ristorante o di un museo.

L’interfaccia digitale è personalizzabile, così da avere le informazioni che ci servono sempre a portata d’occhio, e i comandi che usiamo più frequentemente.
Il cruscotto digitale della Golf connesso in rete è la grande novità della Volkswagen, che cambierà sicuramente il modo di guidare. Un esempio? Leggete il prossimo paragrafo

Guida assistita e intelligenza collettiva

Abbiamo detto che le Golf saranno collegate tramite una rete informatica l’una all’altra.
Questo cambia la guida assistita come la conosciamo oggi.
Il Travel Assist di Volkswagen permette la guida assistita in autostrada fino a 210 km/h senza che il guidatore debba sterzare, accelerare o frenare attivamente.
Il sistema che sfrutta la rete informatica si chiama Car2X, e la nostra Golf potrà utilizzare le informazioni di guida delle auto che ha intorno, fino a 800 metri, e le informazioni dai sistemi di gestione del traffico che hanno lo stesso sistema, e potrà trasmettere le informazioni più rilevanti al guidatore.
Se ad esempio due o più auto sono ferme dietro ad una curva il sistema Car2X ci avviserà che il traffico è fermo e che è meglio rallentare e prepararci alla frenata.

Questo sistema si chiama intelligenza collettiva, ed ha l’obiettivo di aumentare la sicurezza stradale.
Collegando tra loro le automobili il sistema potrà prevenire tutte quelle situazioni pericolose, o anche noiose come gli ingorghi, permettendoci di essere pronti a cambiare strada o a frenare tempestivamente.
Ovviamente questo sistema migliorerà nel tempo mano a mano che le altre auto e i sistemi di gestione del traffico inizieranno ad utilizzare Car2X.

Nuova Volkswagen Golf, il video di presentazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi