Ferrari F8 Tributo

su
Gnius
immagine al post Ferrari F8 Tributo

Ferrari svela le prime foto ufficiali della Ferrari F8 Tributo e la scheda tecnica della Supercar di Maranello.
La nuova berlinetta a motore centrale posteriore rappresenta la massima espressione della tecnologia del Cavallino Rampante.
Contemporaneamente rende omaggio al V8 Ferrari più potente di sempre.

ferrari-f8-tributo

 

Best Engine of the Year già nel 2016, 2017 e 2018 abbiamo buone ragioni di pensare che venga premiato anche quest’anno.
720 CV di potenza con 185 CV per litro è il motore più performante di sempre per una Ferrari che non sia una serie speciale.

Il motore V8 Ferrari è già identificato per gli appassionati dell’automobilismo sportivo e da gran turismo come simbolo della
sportività e del piacere di guida, specialmente se è posizionato al centro della vettura come nella Ferrari F8 Tributo.

É noto che questo tipo di disposizione permette un bilanciamento ottimale dei pesi, migliorando il comportamento sportivo che così viene portato all’eccellenza sulle berlinette Ferrari da oltre 40 anni.

Ferrari F8 Tributo le novità

La Ferrai F8 Tributo va a sostituire la Ferrari 488 GTB, aumentando le performance, creando maggiore confidenza nella guida al limite e tutto  senza rinunciare alle comodità nell’abitacolo.
Il motore eroga 720CV, il che significa ben 50CV in più della 488 GTB, mentre lo studio sull’aerodinamica ha portato ad un incremento dell’efficienza del 10%.
Nuova versione anche del Side Slip Angle Control per migliorare l’aderenza.

Il turbo è veramente immediato, e come si dice senza turbo lag, mentre il suono del motore è unico e coinvolgente.
Nonostante sia una vettura pensata per essere portata al limite, la nuova Ferrari F8 Tributo offre una facilità di guida, un immediato rilascio della elevata coppia, erogata grazie all’uso di avanzate soluzioni di dinamica veicolo.
Tra le novità introdotte in questo campo c’è l’attivazione per la prima volta deldel manettino del Ferrari Dynamic Enhancer” anche in posizione RACE.
Il volante ha una corona di diametro ridotto contribuendo a migliorare la sensazione di sportività e garantendo maggior maneggevolezza del veicolo senza pesare sulle braccia del guidatore.

F8 Tributo nuovi pesi nuova aria

Rispetto alla 488 GTB la F8 Tributo pesa 40 kg in meno, grazie alle maniacali attenzioni su materiali e architetture che hanno permesso questo alleggerimento di peso, amplificando ancor di più le emozioni di guida e senza penalizzare il comfort degli interni.

Dalle 488 Pista la Ferrari F8 Tributo porta sulla strada un migliore sfruttamento della potenza, e la creazione sul corpo vettura di soluzioni aerodinamiche avanzate
Da questo modello incontriamo infatti nuove soluzioni mirate al miglioramento della termica motore, nuovi i radiatori anteriori inclinati verso il posteriore, nuova anche le prese dinamiche di aspirazione motore spostate dalla fiancata avanti ruota alla parte laterale altezza spoiler.

Il nuovo S-Duct

Il Centro Stile Ferrari ha così creato per F8 Tributo un nuovo linguaggio sul design delle vetture sportive.
Evidentemente orientato alla sportività del veicolo e alle funzionalità aerodinamiche.
Questo si capisce subito dall’anteriore dove fa bella mostra il nuovo S-Duct.
Si tratta di una soluzione derivata direttamente dalla 488 Pista e adattata per la strada, aiuta ad aumentare il carico aerodinamico della vettura del 15% rispetto alla 488 GTB. Non male no?

Nuovi fanali

Cambia anche il look della Ferrari grazie all’adozione di nuovi gruppi ottici anteriori a LED orizzontali, che essendo più compatti ha permesso di migliorare l’aerodinamica della berlinetta.

La disposizione dei nuovi fanali ha creato lo spazio per le nuove prese di raffreddamento dei freni anteriori, che ricordiamo lavorano insieme quelle sul paraurti, migliorando così il flusso d’aria in tutto il vano e riuscendo a mantenere compatte le dimensioni e i pesi del sistema frenante.
Una soluzione che permette di contenere i pesi e migliorare la distribuzione dei pesi senza rinunciare alla sicurezza.

Il posteriore

Novità anche sul lunotto posteriore in Lexan anziché il classico vetro.
I più attenti avranno capito che il design del vetro posteriore richiama il lunotto posteriore della F40 con le sue prese d’aria per dissipare il calore del motore senza che lo spoiler diminuisca l’efficienza ad alte velocità.

E così scopriamo anche il nuovo spoiler posteriore che avvolge i fanali posteriori che ritornano, finalmente, ad essere incastonati nella carrozzeria.
Il design riprende l’iconica Ferrari 308 GTB, la prima berlinetta Ferrari che ha portato questo design su strada, diventato poi segno distintivo delle Gran Turismo di Maranello, vi ricordate la Ferrari di Magnun P.I.?

Gli interni

Gli interni della Ferrari F8 Tributo hanno il classico tema Ferrari “cockpit”, aggiornato però ai tempi attuali, con cambiamenti stilistici sulle componenti della plancia, del tunnel centrale e delle portiere.
Il cruscotto invece è stato ripensato e migliorato, la nuova HMI (Human Machine Interface) è stata ripensata e ridisegnata per migliorare la soddisfazione di guidatore e del passeggero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi