Tecnicar Srl – Intervista a Giuseppe Ferrazzano

su
Gnius
immagine al post Tecnicar Srl – Intervista a Giuseppe Ferrazzano

logo-tecnicarAbbiamo parlato con l’Ingegner Giuseppe Ferrazzano, proprietario della Tecnicar, una società automobilistica (e non solo) di veicoli elettrici per privati e per il turismo,  oltre alla presentazione della Supercar Lavinia S.E. abbiamo approfittato della sua gentilezza per parlare del mondo delle auto elettriche e delle società ad alto contenuto tecnologico.

Vi lasciamo alle interessanti esperienze e riflessioni dell’Ing. Ferrazzano:

Gnius Motori:Come nasce l’idea di una azienda automobilistica di veicoli elettrici?
Ingegner Giuseppe Ferrazzano: Un giorno mi sono seduto a un tavolino con mio padre, col quale sono in società nella mia azienda ed ho iniziato a pensare con lui alla macchina che avrei voluto. In poche settimane, il primo progetto era pronto, e uno staff di ingegneri ne verificava la fattibilità. Era il 2011, e il risultato di quel lavoro è arrivato la prima settimana di dicembre 2012 – in occasione del Motorshow di Bologna – Genius è stata presentata al grande pubblico.
L’azienda di famiglia si è sempre occupata di veicoli elettrici . Producevamo carrelli elevatori, quindi conosciamo le potenzialità di mezzi che non usano il carburante.
Dal 2006 la Tecnicar studia nuove soluzioni e vende i suoi prodotti.
Abbiamo cominciato con i trenini elettrici su gomma, usati per lo più a scopo turistico da alcuni comuni siciliani e in diverse città d’Europa . Ma solo quelli non bastano per mandare avanti un’impresa, per quanto piccola e a conduzione familiare. La svolta dovrebbe arrivare con l’apertura al più vasto mercato delle auto per la città.

tecnicar-genius-1GM: Genius è il vostro primo veicolo per uso privato. E’ un’auto totalmente elettrica, 4 posti, con un vero bagagliaio, molto diversa dalle citycar elettriche oggi sul mercato. Quando la vedremo nei concessionari e quali sono i progetti futuri della Tecnicar?
I.G.F: La produzione di Genius comincerà nei nostri stabilimenti a Siracusa a metà del 2015, si spera, per gli ovvi cavilli burocratici che si affrontano ogni giorno in Italia. Dove non è stato ancora definito, eventi come il Motorshow ci sono serviti per fare una lista di possibili partner che condividano la nostra filosofia.
Genius è una macchina elettrica low cost pensata per le famiglie, facile da posteggiare, spaziosa, che risolve il problema dell’accesso alle zone a traffico limitato e, tra incentivi statali, assicurazione dimezzata e bollo auto fermo per cinque anni è un investimento che si ripaga da sé in qualche mese. Inoltre la nostra azienda oltre l’ultima nostra creazione di cui vi ho già reso noti la LAVINIA S.E. supercar elettrica, sta progettando e realizzando per un futuro non molto lontano autobus cittadini a propulsione elettrica, una microcar per i ragazzini senza patente ed uno scafo di 8.40 metri sempre elettrico con prestazioni che non invidiano quelli odierni a combustione.

GM: Domenica scorsa è partito il campionato di formula 1 elettriche, la Tesla in America ha una sua fetta di mercato. Qual’è secondo lei il futuro delle auto sportive elettriche?
I.G.F.: Secondo me il futuro automobilistico è prettamente elettrico altrimenti non avrei investito tanto tempo e denaro nella mia azienda e nei miei prodotti, tutto questo si evince anche dal successo dell’americana Tesla che è già riuscita ad accaparrarsi una buona fetta di mercato automobilistico ma anche come avete ricordato voi, dalle grosse case automobilistiche che hanno puntato sulle monoposto elettriche che, come abbiamo visto domenica scorsa nella prima gara di campionato della f1 elettrica, non sono inferiori alle classiche f1.

GM: Oltre alla Tecnicar ci sono la Blackshape di Monopoli, che costruisce aerei in fibra di carbonio, e i centri di ricerca della STMicroelectronics nella cosidetta Etna Valley. Il futuro dell’alta tecnologia in Italia parte dal Sud?
I.G.F.: Io non so se Il futuro dell’alta tecnologia in Italia parte dal Sud ma di sicuro io ci ho puntato molto ed in Sicilia sono un pioniere in questo campo che purtroppo non viene aiutato, le posso solo dire che il mio è un sogno che sto materializzando in realtà con sacrifici e spirito imprenditoriale, credo molto nel mio prodotto ci ho speso su tempo e molto denaro, voglio fare qualcosa di bello: vedere i miei prodotti in tutt’Italia sarà un grande risultato, ma sarà ancora meglio quando riuscirò ad assumere nuove persone, a creare posti di lavoro e occasioni occupazionali in Sicilia.

Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi